L'amministratore distrettuale richiede dosi di vaccinazione aggiuntive per la zona di confine

L'amministratore distrettuale richiede dosi di vaccinazione aggiuntive per la zona di confine
tutti

A causa del numero straordinariamente elevato di contagi, da ieri (06.08.2021 agosto 07.04.2021) l'Olanda è stata classificata come area a rischio di contagio particolarmente elevato (“area ad alta incidenza”). In considerazione di questo sviluppo e dei relativi oneri speciali per l'area di confine, oggi (XNUMX aprile XNUMX) l'amministratore distrettuale Dr. Kai Zwicker ricorda al paese il suo impegno da metà marzo a fornire vaccini aggiuntivi alle regioni di confine con Belgio e Paesi Bassi. Su sua iniziativa, tutti i distretti di confine del Nord Reno-Westfalia e della regione della città di Aquisgrana lo hanno chiesto con urgenza. Tuttavia, una consegna corrispondente non è ancora avvenuta.

Nella sua lettera al ministro della Salute Karl-Josef Laumann, il dott. Zwicker è ora chiaro che la situazione nelle regioni frontaliere NRW è peggiorata in modo significativo rispetto al mese scorso. Ciò conferma la classificazione dei Paesi Bassi come "area ad alta incidenza". Tra le altre cose, ciò comporta l'obbligo di portare con sé un certificato di prova corrente quando si entra da questo paese vicino. In pratica, ci sono molti problemi associati all'attuazione delle nuove misure. Ciò è particolarmente evidente nel distretto di Borken usando l'esempio del villaggio di confine "Dinxperwick": lì il distretto di Bocholt di Suderwick e Dinxperlo, che appartiene all'olandese Aalten, si fondono praticamente "senza soluzione di continuità" l'uno nell'altro. Gli abitanti di "Dinxperwick" non hanno notato il confine nella vita di tutti i giorni da anni. Ci sono già numerosi rapporti sui media olandesi secondo cui l'attuazione delle nuove normative è stata accolta con grande incomprensione tra molti "Dinxperwicker".

Nel suo impegno all'epoca, il paese sottolineava espressamente che l'abilitazione e il mantenimento del traffico frontaliero in tempi di pandemia era una preoccupazione importante. Oggi Amministratore distrettuale di Borkens: “Da un punto di vista locale, questo può essere preso in considerazione dal fatto che vengono effettivamente somministrate dosi di vaccinazione aggiuntive, in modo che la 'funzione tampone' destinata alla zona di confine rispetto ai Paesi Bassi come l'area ad alta incidenza "può essere rafforzata in modo sostenibile". Dott. Zwicker ha quindi chiesto al ministro Laumann di organizzare la consegna promessa di dosi di vaccino aggiuntive alla regione di confine NRW.

Informazioni su Made in Bocholt

Made in Bocholt è un portale di notizie. Gli articoli qui pubblicati sono costituiti da comunicati stampa provenienti da varie fonti e da contributi di autori, solitamente indicati per attribuzione.